BARBIANA 2040- Genitori e docenti con Edoardo Martinelli ex allievo di Don Milani

Data: 19/06/2022

L’ISTITUTO GROSSI ADERISCE

ALLA

RETE SCUOLE DI BARBIANA 2040

L’Istituto comprensivo Grossi aderisce alla rete nazionale Scuole di Barbiana 2040, un progetto di ricerca azione promosso da Edoardo Martinelli, ex allievo di Don Milani e il Prof. Giancarlo Costabile, docente di Pedagogia dell’antimafia dell’Università della Calabria.

Nei giorni 20, 21 e 22 giugno, il maestro Edoardo Martinelli incontrerà i docenti per un primo momento di formazione propedeutico al progetto che vedrà coinvolti, a partire da settembre 2022, gli alunni delle classi quinte delle Scuole primarie Mozzi e Battisti.

Il progetto prevede la realizzazione di laboratori di scrittura collettiva nelle scuole ripercorrendo la pedagogia dell’aderenza di Don Milani come risposta efficace ai bisogni dei nativi digitali. La pedagogia dell’aderenza ad una realtà dalla quale prendere spunti per l’apprendimento per poi tradurli in profonda conoscenza.

Il complesso delle cose concrete, la cronaca di tutti i giorni, diventano il luogo di costruzione del significato. In questo modello di scuola, le conoscenze si acquisiscono tramite la ricerca di significati, si sviluppa la consapevolezza dell’essere umano, il senso critico, la capacità di risolvere problemi in un tempo diluito e a misura umana.

Il maestro Martinelli inoltre incontrerà i genitori nella giornata di martedì 21 giugno alle ore 17.00 presso la Scuola secondaria Grossi per coinvolgerli in questo modello pedagogico in cui non si riempivano “vuoti con parole vuote”

“la sfida più grande di Lorenzo maestro consisteva nello spostare l’attenzione dai saperi alla persona, dai programmi onnicomprensivi al bagaglio delle conoscenze necessarie e di partenza del ragazzo che doveva liberarsi dalle timidezze contadine. 

Il costruttivismo di Lorenzo è contemporaneo a quello di Bruner e d’altri pensatori che concordano sul fatto che il processo di crescita risiede nell’interiorizzare i modi di simbolizzazione dei linguaggi che esistono nella cultura di appartenenza” (Martinelli, 2002)